martedì 31 dicembre 2013

Italians do it betters 2013

Premessa: poca la roba italiana ascoltata st'anno. Niente di premeditato ma è andata così. 3, dico 3 album che I like di questo 2013

03
THE CYBORGS - Electric chair


Scoperti live, mi hanno conquistato con il loro blues semplice e dal gran tiro. Bel disco con una produzione che esprime bene le potenzialità del duo mascherato. Dal vivo, naturalmente, spaccano!


02
COSMO - Disordine

L'inizio è stato tormentato, non è che mi dicesse tutto sto che, si carino, bei suoni, belle canzoni... ma sembrava mancare qualcosa. Un pò di pazienza, ecco cosa mancava. Ascolto dopo ascolto, ho scoperto un disco complesso ( a volte troppo) ma che punta diritto al cuore. Bel esempio di cantautore 2.0, una strada nuova difficile da percorrere ma che ci ha regalato degli ottimi pezzi. 
E comunque Battisti io non lo sento proprio qui dentro. 

01
M+A - These Days

Sono la faccia internazionale del pop italiano. Un disco fresco e frizzante, ti si incolla in testa canzone dopo canzone, pop come dovrebbe essere. 
Troppo commerciale e ruffiano dicono alcuni, ma che ben vengano 'ste ruffianate.

lunedì 30 dicembre 2013

Top of 2013

Dieci e qualche disco in più che mi sono piaciuti quest'anno. Come sempre è un rincorrere l'anno precedente, ma di cose buone anche quest'anno le abbiamo portate a casa.

10+ unpo'
IS TROPICAL - I'm Leaving                   JAGWAR MA - Howlin
  

Li metto a pari merito e li metto fuori classifica.
Jagwar Ma: vincono il premio sorpresa dell'anno, sbucano dal nulla con un disco di pop rock elettronico e vagamente psichedelico.
Is Tropical, fanno canzoni da un, due, tre... niente di più. Pop rock, semplice e tirato, la compagnia ideale per una bella estate di sole. Nei video poi la figa abbonda sempre, cosa che non guasta mai!

10
MY BLOODY VALENTINE - MBV

Sono tornati esattamente dove li avevamo lasciati 20 e passa anni fa. Ed è quello che avevo bisogno.

9
MOUNT KIMBIE - Cold Spring fault less youth

All'inizio non mi piaceva sto disco. Niente. Poi mi sono reso conto che non è mai uscito dalla mia playlist di Itunes. E un motivo ci deve pure essere, meno incisivo dell'esordio ma un disco morbido che ascolto dopo ascolto cresce.

8
THAO & THE GREAT DOWN STAY DOWN - We the Common

Scoperta un pò per caso, come la maggioranza delle robe nuove che ascolto, sarà l'unica faccia femminile della classifica di quest'anno. Un trio di pop fresco e stralunato. Riescono ad essere immediati senza faciloneria.

7
KURT VILE 

 Sembra un disco distratto suonato così un pò per sbaglio e un pò controvoglia, ma invece di suonare lagnoso suona perfettamente, questa chitarra pizzicata e la voce strascicata danno un fascino unico.

6
WOODKIND - The Golden Age

Il genietto francese (regista, fotografo, compositore) esce finalmente con il suo disco d'esordio dopo averci fatto consumare i suoi due singoli. E la strada è sempre quella: un pop che dire sinfonico e barocco credo sia limitativo. Potente e pieno di pathos.

5
Dr DOG - B-Room

Non si li cagano mai nessuno. Mai. E il mistero è grande, perché a mio avviso sono la più grande pop-rock band degli ultimi anni. Ogni disco simile ma differente dal precedente, e , sopratutto senza mai una caduta di stile. 5 posto per l'impegno la costanza e sopratutto la bravura

4
DISCOLURE - Settle
In due non fanno 40, di anni e hanno dato una smossa alla scena dance, troppo intrippata tra minimal o tamarrate pazzesche. Come 20 anni fa i Chemical Brother hanno unito un certo tipo di dance con il rock, loro fanno lo stesso, ma prendono il pop da classifica. Sfido a trovare un pezzo brutto nel disco. Ah, brutto ovvero che non vi faccia partire il piedino...

3
DEERHUNTER - Monomania

Anche stavolta vanno vicini al primo posto, con un disco più diretto e rock. Chitarre a tutto e stracci di melodia che aprono in due le canzoni. Piccoli Sonic Youth crescono, dai il capolavoro è ad un passo.

2
DAWID BOWIE - Next Day

Il Duca è tornato e li ha messi in fila tutti. Un disco che rappresenta un bignamino della sua carriera.

1
ARCADE FIRE - Reflektor
Ennesimo cambio di rotta ed ennesimo successo. La produzione di Murphy da ritmo e potenza, loro ci mettono tutta la loro classe.

mercoledì 25 dicembre 2013

La mattina di Natale

mercoledì 18 dicembre 2013

That (not) Enough

Primo singolo del nuovo album dei The Dead Weather.
Un regaluccio di Jack "babbonatale" White e della Alison "Befana" Mosshart.
Ora si che possiamo passare un bel Natale



giovedì 12 dicembre 2013

Alice Munro

Nobel per la letteratura del 2013


"La sua scrittura si basa esclusivamente sul piacere di narrare"* ed è effettivamente un piacere leggere questi racconti. 

*e se lo dice Franzen, allora non possiamo far altro che credergli.

domenica 1 dicembre 2013

Orange/Black

Se c'è di mezzo Jenji Kohan, (quella di "Weeds") sai che vai sul sicuro. 
L'idea è la solita, raccontare sotto forma di commedia una storia drammatica: un anno in prigione di una ragazza bene americana. Personaggi assurdi e situazione divertentissime, ma dietro tutto questo si mostra lo stato delle carceri americane. 

giovedì 28 novembre 2013

Top of the Campion

6 episodi per raccontare una storia di violenza nella Nuova Zelanda più selvaggia e rude.
Scritta e diretta dalla regista Australiana, Top of the Lake racconta la storia di una bambina di 12 anni, un segreto terribile e una detective che cercherà di risolvere il caso in un clima chiuso e ostile.
Un piccolo capolavoro di cinema portato sul piccolo schermo.


domenica 24 novembre 2013

Afterdream


Arcade Fire
Afterlife


lunedì 11 novembre 2013

Livelli di vita



"Se non importasse, non importerebbe."






giovedì 7 novembre 2013

La vita di Adele

Ci sono film che raccontano la vita, poi ci sono film che sono proprio la vita.

lunedì 4 novembre 2013

Einen Kaffee, bitte

Nelle intenzioni un "Manhattan" a Berlino, ma non troviamo le paturnie sentimentali di Woody Allen, maun giovane Berlinese alla ricerca di sè e... di un caffè. Incontrerà, nella sua lunga giornata,  una serie di personaggi assurdi e bizzarri. Il risultato è un opera prima interessante, scritta con brio e girata in un bel bianco e nero accompagnata da una colonna sonora jazz molto malinconica. Tutto piacevole e carino, ma con un pò più di coraggio, ovvero puntare più sulla città e meno sulle situazioni, avrebbe dato un taglio più interessante al film. 



giovedì 31 ottobre 2013

The End

Ci mancherai W. W.

venerdì 25 ottobre 2013

Un piatto, un film

Poster a cura di Federico Mauro






venerdì 18 ottobre 2013

Franzen vs Internet

Sembrerà ironico e forse un pò spocchioso consigliare un'articolo che ha come sottotitolo "Mentre siamo impegnati con Twitter, Facebook e gli smartphone precipitiamo verso la catastrofe" in un blog, l'emblema del prodotto tecno-digitale.
Eccolo quello snob, ho il blog ma critico internet...
Non è come sembra, da parte di Franzen non c'è nessuna demonizzazione della tecnologia, ma un'analisi critica e ponderata, una presa di coscienza dell'oggi e dei quello che stiamo diventando. 
Non aggiungo nulla, leggetelo.
Come si dovrebbe leggere tutto quello che ha scritto Franzen.

lunedì 14 ottobre 2013

Gravity

Caposaldo della fantascienza moderna.


giovedì 10 ottobre 2013

L'ultimo Party


Bestiario del Lavoro Culturale.


Immaginate una festa, anzi no, un party di una casa editrice che festeggia la chiusura, un giovane scrittore invitato dall'editore e tracciare un profilo di ciascuno degli invitati. 
Per capire meglio da chi è formato il "bestiario" ecco alcuni profili a caso.

Il Ricercatore Universitario:
Gli hanno consigliato di scappare dall'Italia, ma è rimasto qui, si è disperso qui. Gli hanno detto che l'Italia è un paese per vecchi, e si è adeguato: è invecchiato
Il Critico Musicale
Quello che non sopporta è parlare di musica, come se si trattasse di un cadavere troppo fresco per l'autopsia. (...) Il suo libro "La musica è morta, ma la gnocca sta benissimo", da tre anni in circolazione, è arrivato alla quinta ristampa. 
L'Intellettuale Cool
Alla domanda:"Sei un intellettuale"? è solito rispondere "sempre meglio che lavorare" o ancora "il ruolo che mi assegna la società non mi interessa, ma si, è quello che dicono di me" 
Lo Stagista
La mansione richiesta allo stagista era ardua: cavalcare l'onda anomala del contemporaneo, restando in piedi senza cadere nel buco nero dell'impiegatizio. (...) Del resto fare lo stagista non è un guadagno ma un costa...
.

mercoledì 9 ottobre 2013

Bling Ring


Bling Ring di  Sofia Coppola  è la versione fighetta/hipster di Spring Break di Harmony Korine. Giuventù bruciata in versione 2.0.
Qualcuno direbbe"sui giovani d'oggi ci scatarro su"

mercoledì 2 ottobre 2013

The Americans


Anni '80 in piena guerra fredda, una coppia di agenti russi vive sotto copertura in America. All'apparenza sono una coppia, marito e moglie, tranquillissima, due figli, lavorano insieme etc etc, in realtà sono due spie super addestrate del Kgb.
Ricostruzione storica e fiction vanno a braccetto in un telefilm che ci pone la storia da un'altro punto di vista. E per una volta si tifa Kgb.

sabato 21 settembre 2013

Mood Indigo


Dispiace dirlo, ancora di più scriverlo. Ma l'attesissimo, almeno per me, ritorno di Gondry non è il capolavoro che aspettavo. Si potrebbe dire che sia legato alle aspettative? come negarlo. 

Il libro di Boris Vian per chi lo ha letto, e per chi conosce un pò il cinema di Gondry, era semplicemente perfetto per il regista francese. Perfetto.
Non voglio dire che il film sia brutto, tutt'altro, ma manca quel "quid", nel momento più importante del film, per farlo decollare, per farlo diventare quel piccolo capolavoro che è "Eternal Sunshine...".
Gondry ci regala una prima parte bellissima, colorata, frizzante, dove tutte le fantasie surreali dello scrittore francese prendono vita sotto i nostri occhi. Nella seconda parte, dove il racconto si dovrebbe fare malinconico e triste, invece la storia sembra bloccarsi, e non riesce a farci tirare giù quei lacrimoni che dovrebbero scendere a secchiate. 
Il problema è semplicemente uno che Gondry si porta avanti da sempre: la sceneggiatura. A livello di messa in scena non credo che negli ultimi anni ci sia stato un regista con un'impronta visiva così forte e riconoscibile (vedi un videoclip a caso), ma a livello narrativo "quasi" tutti i film zoppicano qua e là, se non sono sopportati da una sceneggiatura forte (vedi "Eternal sunshine...")
In sostanza:
La schiuma dei giorni: una gioia per gli occhi un pò meno per il cuore. 

giovedì 5 settembre 2013

I Killer

mercoledì 28 agosto 2013

M+A



Phoenix+Hot Chip (cit.)

domenica 25 agosto 2013

Resoconto

Piccolo resoconto di un'estate di letture. Per tutti i generi, per tutti i gusti. Sopratutto i miei. 

Questioni delicate che ho affrontato dall'analista 
Matthew Klaus

7 racconti, taglienti come una lama, setaccia con estrema verità la quotidianità dei rapporti di coppia. Ironico, cinico, assurdo. 


Chiedi alla luna
Nathan Filer
                                                       

Quando un romanzo parla di disturbi psichici è difficile che non cada nel banale o nel patetico. L'autore prova una storia nuova, dando voce al protagonista che racconta la malattia a modo suo, con le parole, con i disegni, con gli spazi. Innovativo ma un pò difficile.


Il mondo di Garp
John Irving


Garp, un nome assurdo per una vita altrettanto assurda. Geniale, divertente, spiazziante. 


ZeroZeroZero
Roberto Saviano

La coca. Dalla A alla Z. Dal produttore al consumatore. Un reportage giornalistico, approfondito e dettagliatissimo, ma per questo alcune volte un pò pesante. E un pò piacione. 


Il grande Gatsby
Francis Scott Fitzgerald

Un Classico.


Le vacanze di un serial killer
Nadine Monfils

Una famiglia assurda come i Destrooper possono fare una vacanza normale? Siamo dalle parti del noir, ma con molta più ironia. Semplice, scorrevole e divertente. 

giovedì 22 agosto 2013

Mad Men 6

Finalmente. Sei stagioni, e finalmente, Mad Men si esprime in tutta la sua forza e bellezza.,
perchè se non fosse già abbastanza chiaro con le altre cinque, ci troviamo di fronte ad una delle migliori serie di sempre.
E non sto parlando di serie cult, di moda, il vintage, gli anni '60 e tutta sta retromania del cazzo, sto parlando di una delle cose migliori. Punto.
Mad Men è grande perchè racconta la storia di un uomo e dei suoi tormenti. Che sia un uomo di ieri o di oggi fa poca differenza, l'uomo è al centro di tutto, da qui si parte e li si arriva.
Finalmente Don Draper esce allo scoperto, ed è l'inizio della fine (?), l'ascesa dell'uomo impenetrabile, che vacilla per la prima volta di fronte ad una donna, non è più il brillante creativo (o lo è ma non sono i tempi giusti per le sue idee), il peso del passato si fa troppo pesante e inizia a schiacciare la famiglia.
Troppo c'è da dire, e io non sono la persona adatta per spiegarlo, per farsi un'idea leggete quello che ha scritto Grasso per Il Corriere della Sera.

martedì 13 agosto 2013

Best Day

Nel momento esatto in cui è iniziata "Girls and boys", ho capito veramente che significa la frase "non sarò mai niente di diverso da quello che ero nel biennio 1997-98"(cit).
Io ci metterei pure il 1999.


venerdì 26 luglio 2013

Dancity 2013

 Chromb!


Deerhunter


Ghostpoet

mercoledì 17 luglio 2013

Chi fa da sè fa per tre


Kimbra 
Settle Down (Live)



martedì 16 luglio 2013

World War Z

La più grande produzione sugli zombie, (alla faccia del povero Romero) è un film che non rinnova più di tanto il genere, ma unisce tutti gli elementi nuovi e vecchi creando un'opera potente e inquietante, a cavallo tra horror e thriller classico. Gli zombi sono visti come un cataclisma da fermare in tutti i modi e toccherà al bravo padre di famiglia Brad Pitt trovare la soluzione.
La novità più grande, grazie anche al budget (guardate le case di produzione all'inizio del film, sembra l'elenco telefonico di una città) è nella potenza dell'immagine, gli zombi sono tanti, tantissimi, si muovono in grandi masse, si accuomolano, si accatastano,  la loro la forza sta nella quantità non nella "qualità". La trama per forza di cose si semplifica, puntando su colpi di scena e momenti di grande suspance.  Il risultato funziona, decisamente bene, rimani incollato allo schermo facendo ogni tanto qual bel salto sulla sedia. 
.


Una cosa è chiara, se sei Brad Pitt, nemmanco gli zombie te se magnano

martedì 9 luglio 2013

Un film, una macchina














Creati da Carsandfilms